# # logo comune di castelletto cervo destro sinistro
Il Monastero di Castelletto, o meglio, il priorato cluniacense dei S. S. Pietro e Paolo di Castelletto Cervo (BI) è oggi un luogo presso il quale, in una significativa cornice ambientale, è possibile ammirare le imponenti strutture monumentali appartenute ad una delle più ricche e potenti fondazioni monastiche del medioevo subalpino. Una rinnovata consapevolezza da parte della comunità locale – rappresentata dal Comune, dalla Parrocchia e dalla Comunità Collinare “Tra Baraggia e Bramaterra”– le indagini ormai da anni condotte sul complesso dall’Università del Piemonte Orientale di Vercelli, grazie anche al sostegno della Fondazione Cassa di Risparmio di Vercelli, congiuntamente agli interventi, a diverso titolo, delle Istituzioni preposte al patrimonio culturale del territorio – Ufficio Beni Culturali Ecclesiastici della Diocesi di Vercelli, Soprintendenza ai Beni Archeologici del Piemonte e Museo Antichità Egizie, della Soprintendenza per i Beni Architettonici e Paesaggistici delle province di Torino, Asti, Biella, Cuneo, Vercelli, della la Soprintendenza per i Beni Storici, Artistici ed Etnoantropologici del Piemonte – hanno portato alla riscoperta del valore del sito, entrato di recente a far parte del Grande Itinerario Culturale Europeo dei Siti Cluniacensi, a seguito dell’adesione alla prestigiosa Fédération Européenne des Sites Clunisiens. Oggi l’associazione Amici del Monastero di Castelletto si propone di strutturare una sistematica azione di valorizzazione e promozione, nell’ambito della quale rientrano il sostegno alle attività scientifiche condotte dall’Università, attività didattiche proposte alle scuole, momenti di apertura al grande pubblico e divulgazione, organizzazione di iniziative per il reperimento dei fondi necessari alla cura ed alla buona conservazione delle strutture monumentali, già peraltro oggetto di un recente lavoro di consolidamento promosso dalla Parrocchia. Questo sito vuole essere un primo invito a scoprire le molteplici sfaccettature di un luogo di grande suggestione, emergenza monumentale di spicco tra le alte terre vercellesi e le colline biellesi e punto di partenza per ripercorrere un segmento affascinante di arte e storia del Piemonte.

Monastero di Castelletto


 
image01 image02 image03 image04 image05 image06
image07 image08
Priorato Cluniacense
S. S. Pietro e Paolo
Fotogallery
stemma comune di castelletto logo universita Amedeo Avogadro logo Sites Clunisiens

La Fedération, fondata a Cluny nel 1994, ha lo scopo di riunire e coordinare i siti europei che nella loro storia hanno visto la presenza cluniacense: oggi conta più di 150 luoghi aderenti – rappresentati da comuni, associazioni culturali, soggetti privati – e si può fregiare del riconoscimento di Grande Itinerario Culturale, ottenuto dal Consiglio d’Europa nel 2005. La collaborazione con studiosi e istituzioni culturali che lavorano alla ricoperta del patrimonio cluniacense consente alla Féderation di promuovere attività di valorizzazione caratterizzate da un elevato livello scientifico, in una prospettiva sovranazionale di respiro pienamente europeo.
Castelletto è il 162.mo sito, entrato nel 2011 a fianco di luoghi analoghi sparsi tra Francia, Gran Bretagna, Svizzera, Germania, Spagna e, naturalmente, Italia. Attualmente gli altri siti italiani facenti parte della Fedération sono Calco (LC), Capodiponte (BS), Carpignano Sesia (NO), Cazzago S. Martino (BS), Cosio Valtellino (SO), Galbiate (LC), Pontida (BG), Provaglio d’Iseo (BS), Rodengo Saiano (BS), S. Benedetto Po (MN), Vizzolo Predabissi (MI).

www.sitesclunisiens.org
in collaborazione con:
Parrocchia S.S. Pietro,
Paolo e Tommaso
in Castelletto Cervo
Dipartimento di Studi
Umanistici
Università del Piemonte
Orientale “Amedeo Avogadro”
Comune di CASTELLETTO CERVO
Via XXV Aprile, 80 - 13851 CASTELLETTO CERVO (BI) - Italy
Tel. (+39)0161.859116 - Fax (+39)0161.859022
Codice Fiscale: 00432790020 - Partita IVA: 00432790020
www.comune.castellettocervo.bi.it/